3 semplici passi per perdere peso il più velocemente possibile. Leggi ora

Sostituti della farina autolievitante

12 alternative intelligenti alla farina autolievitante

Ci sono molti motivi per cui si ha bisogno di un'alternativa alla farina autolievitante. Che tu sia semplicemente rimasto senza o che tu voglia un'opzione senza glutine, ecco i 12 migliori sostituti della farina autolievitante.

Sostituti
Basato sull'evidenza
Questo articolo si basa su prove scientifiche, scritte da esperti e verificate da esperti.
Esaminiamo entrambi i lati dell'argomento e ci sforziamo di essere obiettivi, imparziali e onesti.
Sostituti della farina autolievitante: 12 opzioni intelligenti
Ultimo aggiornamento il 30 giugno 2023 e ultima revisione da parte di un esperto il 23 luglio 2022.

La farina di frumento autolievitante è un alimento fondamentale in cucina sia per i panettieri esperti che per quelli dilettanti.

Sostituti della farina autolievitante: 12 opzioni intelligenti

Tuttavia, potrebbe essere utile avere a portata di mano delle opzioni alternative.

Se stai cercando di migliorare il valore nutrizionale della tua ricetta preferita, se vuoi realizzare una versione senza glutine o semplicemente se non hai a portata di mano la farina autolievitante, c’è un sostituto per ogni situazione.

Ecco i 12 migliori sostituti della farina autolievitante, comprese le opzioni senza glutine.

1. Farina integrale + agente lievitante

La farina integrale o bianca è probabilmente il sostituto più semplice della farina autolievitante. Questo perché la farina autolievitante combina la farina bianca e un agente lievitante.

Nella panificazione, la lievitazione è la produzione di gas o aria che fa lievitare l’alimento.

L’agente lievitante è la sostanza o la combinazione di sostanze utilizzate per indurre questo processo. La reazione crea la tipica consistenza porosa e soffice dei prodotti da forno.

L’agente lievitante della farina autolievitante è solitamente il lievito in polvere.

Un agente lievitante chimico come il lievito in polvere contiene in genere una sostanza acida (a basso pH) e una basica (ad alto pH). L’acido e la base reagiscono quando si combinano, producendo gas CO2, che permette al prodotto da forno di lievitare.

Puoi creare la tua farina autolievitante utilizzando uno dei seguenti agenti lievitanti:

Se stai usando un agente lievitante che include un liquido, ricordati di ridurre di conseguenza il contenuto di liquidi della tua ricetta originale.

10 sostituti intelligenti del lievito in polvere
Consigliato per te: 10 sostituti intelligenti del lievito in polvere

Riepilogo: Crea la tua farina autolievitante aggiungendo un agente lievitante alla normale farina integrale.

2. Farina integrale

Se vuoi aumentare il valore nutrizionale della tua ricetta, prendi in considerazione la farina di grano integrale.

La farina integrale contiene tutti i componenti nutritivi del chicco intero, tra cui la crusca, l’endosperma e il germe.

Le ricerche indicano che le persone che mangiano regolarmente cereali integrali hanno meno probabilità di sviluppare malattie cardiache, alcuni tipi di cancro, diabete e altre malattie infettive.

Puoi sostituire la farina integrale con quella bianca, ma ricorda che ha una consistenza più pesante. Sebbene sia ottima per pane e muffin sostanziosi, potrebbe non essere la scelta migliore per torte e altri dolci leggeri.

Non dimenticare di aggiungere un agente lievitante se usi la farina integrale al posto della farina autolievitante.

Riepilogo: La farina integrale è un sostituto integrale della farina autolievitante. Si utilizza soprattutto per prodotti da forno sostanziosi come pane e muffin.

3. Farina di farro

Il farro è un antico cereale integrale molto simile al grano dal punto di vista nutrizionale.

È disponibile sia nella versione raffinata che in quella integrale.

Puoi sostituire la farina di farro con quella autolievitante, ma dovrai aggiungere un agente lievitante.

Il farro è più idrosolubile del frumento, quindi potresti utilizzare una quantità di liquido leggermente inferiore a quella prevista dalla ricetta originale.

Consigliato per te: Sostituti del lievito: 3 facili alternative

Come il grano, il farro contiene glutine e non è adatto a chi segue una dieta priva di glutine.

Riepilogo: La farina di farro è un cereale contenente glutine simile al grano. Potresti aver bisogno di meno liquidi nella tua ricetta quando sostituisci la farina di farro con quella di grano.

4. Farina di amaranto

L’amaranto è uno pseudo-grano antico e privo di glutine. Contiene tutti e nove gli aminoacidi essenziali ed è una buona fonte di fibre, vitamine e minerali.

Anche se tecnicamente non è un cereale, la farina di amaranto è un sostituto adatto della farina di frumento in molte ricette.

Come gli altri cereali integrali, la farina di amaranto è densa e sostanziosa. Si usa soprattutto per i pancake e per il pane veloce.

Se desideri una consistenza più soffice e meno densa, una miscela 50/50 di amaranto e farina più leggera può produrre i risultati desiderati.

È necessario aggiungere un agente lievitante alla farina di amaranto, in quanto non ne contiene.

Riepilogo: La farina di amaranto è uno pseudo-grano senza glutine e ricco di sostanze nutritive. È ideale per pancake, pane veloce e altri prodotti da forno sostanziosi.

5. Fagioli e farina di fagioli

I fagioli sono un sostituto inaspettato, nutriente e senza glutine della farina autolievitante in alcuni prodotti da forno.

I fagioli sono una buona fonte di fibre, proteine e vari minerali. Le ricerche dimostrano che il consumo regolare di fagioli può aiutare a ridurre il colesterolo.

Nella tua ricetta, puoi sostituire una tazza (224 grammi) di fagioli cotti e passati e un agente lievitante per ogni tazza (125 grammi) di farina.

I fagioli neri sono i più indicati per le ricette a base di cacao, poiché il loro colore scuro sarà visibile nel prodotto finale.

Tieni presente che i fagioli trattengono più umidità e contengono meno amido della farina di grano. Questo può portare a un prodotto finale più denso che non lieviterà altrettanto.

Consigliato per te: 6 sostituti intelligenti dell'amido di tapioca

Riepilogo: I fagioli sono un sostituto nutriente e senza glutine della farina. Usa una tazza (224 grammi) di purè di fagioli o di farina di fagioli per una tazza (125 grammi) di farina autolievitante e aggiungi un agente lievitante.

6. Farina di avena

La farina d’avena è un’alternativa integrale alla farina di frumento.

Puoi acquistarla o prepararla facilmente da solo, frullando l’avena secca in un robot da cucina o in un frullatore fino a ridurla in polvere.

La farina di avena non lievita come la farina di grano. Dovrai quindi utilizzare del lievito in più o un altro agente lievitante per garantire la giusta lievitazione del tuo prodotto finale.

Prova ad aggiungere 2,5 cucchiaini (12,5 grammi) di lievito in polvere per ogni tazza (92 grammi) di farina d’avena.

Se utilizzi la farina di avena a causa di un’allergia o di un’intolleranza al glutine, tieni presente che l’avena viene spesso contaminata dal glutine durante la lavorazione. Per evitare ciò, assicurati di acquistare avena certificata senza glutine.

Riepilogo: La farina d’avena è un’alternativa integrale alla farina autolievitante che puoi preparare facilmente da solo. Richiede una maggiore quantità di agente lievitante rispetto alle altre farine per garantire una corretta lievitazione.

7. Farina di quinoa

La quinoa è uno pseudo-grano molto apprezzato per il suo elevato contenuto proteico rispetto agli altri cereali. Come l’amaranto, la quinoa contiene tutti e nove gli aminoacidi essenziali ed è priva di glutine.

La farina di quinoa ha un sapore deciso di nocciola ed è ottima per muffin e pane veloce.

Tende ad essere molto secca se usata da sola come sostituto della farina autolievitante. Per questo motivo è meglio combinarla con un altro tipo di farina o con ingredienti molto umidi.

Consigliato per te: Sostituti del latte in polvere: 6 alternative intelligenti

Dovrai aggiungere un agente lievitante a tutte le ricette in cui sostituisci la farina di quinoa.

Riepilogo: La farina di quinoa è una farina ricca di proteine e senza glutine, ottima per muffin e pane veloce. È meglio utilizzarla in combinazione con un altro tipo di farina a causa della sua secchezza.

8. Farina di grillo

La farina di grilli è una farina senza glutine ottenuta da grilli arrostiti e macinati.

Vanta il più alto contenuto proteico di tutti i sostituti della farina di questo elenco, con 7 grammi di proteine in una porzione da due cucchiai (28,5 grammi).

Se utilizzi la farina di grilli da sola per sostituire la farina autolievitante, i tuoi prodotti da forno potrebbero risultare friabili e secchi. È meglio utilizzarla in combinazione con altre farine per ottenere un ulteriore apporto proteico.

La farina di grillo non è adatta a chi segue una dieta vegetariana o vegana.

Se decidi di sperimentare questo ingrediente unico, ricorda che potrebbe essere necessario aggiungere un agente lievitante se la tua ricetta non ne prevede già uno.

Riepilogo: La farina di grilli è un sostituto della farina ad alto contenuto proteico ricavato da grilli arrostiti. È meglio utilizzarla in combinazione con altre farine, poiché se usata da sola può rendere i prodotti da forno secchi e friabili.

9. Farina di riso

La farina di riso è una farina senza glutine ottenuta dalla macinazione di riso bianco o integrale. Il suo sapore neutro e la sua ampia accessibilità la rendono una popolare alternativa alla farina di frumento.

La farina di riso è spesso un addensante per zuppe, salse e sughi. Funziona bene anche per prodotti da forno umidi come torte e gnocchi.

La farina di riso non assorbe i liquidi o i grassi con la stessa facilità della farina di grano, il che può rendere i prodotti da forno mollicci o unti.

Lascia riposare le pastelle e i mix di farina di riso per un po’ prima di cuocerli. In questo modo avranno più tempo per assorbire i liquidi.

Le 14 migliori farine senza glutine
Consigliato per te: Le 14 migliori farine senza glutine

La farina di riso va utilizzata insieme ad altre farine senza glutine per ottenere risultati più simili a quelli della farina di grano.

Potrebbe essere necessario un agente lievitante per garantire un risultato simile a quello della farina autolievitante.

Riepilogo: La farina di riso è un’alternativa senza glutine alla farina di grano. Non assorbe bene i liquidi o i grassi, quindi è possibile che gli impasti debbano riposare per un po’ prima di essere cotti. Riduci al minimo questo effetto combinando la farina di riso con altri tipi di farina.

10. Farina di cocco

La farina di cocco è una farina morbida e priva di glutine ricavata dalla carne di cocco essiccata.

A causa del suo alto contenuto di grassi e del basso contenuto di amido, la farina di cocco si comporta in modo molto diverso rispetto alle altre farine a base di cereali nella cottura.

È molto assorbente, quindi dovrai usarne meno rispetto alla farina di grano. Per ottenere risultati ottimali, utilizza da un quarto a un terzo di tazza (32-43 grammi) di farina di cocco per ogni tazza (125 grammi) di farina di grano.

La farina di cocco richiede anche uova e liquidi extra per tenere insieme i prodotti da forno. In genere, si utilizzano sei uova per ogni tazza (128 grammi) di farina di cocco, più un’altra tazza (237 ml) di liquido.

Potrebbe essere necessario aggiungere un agente lievitante, che può variare a seconda della ricetta.

A causa delle grandi differenze tra la farina di frumento e quella di cocco, può essere una buona idea utilizzare ricette già pronte, studiate appositamente per la farina di cocco, invece di sperimentare la modifica della tua…

Riepilogo: La farina di cocco è una farina senza glutine ricavata dalla carne di cocco. Le ricette che utilizzano la farina di cocco come sostituto della farina di frumento possono richiedere ampie modifiche per ottenere lo stesso risultato.

11. Farine di noci

Le farine di frutta a guscio, o farine di frutta a guscio, sono un’opzione di farina senza glutine ottenuta da frutta a guscio cruda macinata in una polvere fine.

Consigliato per te: 13 sostituti efficaci delle uova

Sono un’ottima scelta per aggiungere fibre, proteine e grassi sani alle ricette al forno. Inoltre, hanno un sapore unico a seconda del tipo di noce.

Le farine di frutta a guscio più comuni sono:

Per replicare la stessa struttura della farina di frumento nei prodotti da forno, è necessario utilizzare farine di frutta secca con altri tipi di farina e/o uova. Potrebbe anche essere necessario aggiungere un agente lievitante.

Le farine di frutta a guscio sono versatili e sono un’ottima aggiunta a croste per torte, muffin, torte, biscotti e pane.

Conserva le farine di frutta a guscio in freezer o in frigorifero, perché possono rovinarsi facilmente.

Riepilogo: Le farine di frutta a guscio si ottengono dalla frutta a guscio macinata e cruda. Richiedono l’aggiunta di altri tipi di farina o di uova, in quanto non forniscono una struttura ai prodotti da forno così efficace come la farina di grano.

12. Miscele di farine alternative

Le miscele di farine alternative senza glutine e senza cereali sono un’ottima opzione per evitare le congetture sull’uso di farine sostitutive.

Quando si sostituisce la farina autolievitante con altri tipi di farina, il prodotto finale può essere diverso da quello che ci si aspettava o i risultati possono essere incoerenti.

L’utilizzo di una combinazione o di una miscela di diversi tipi di farina può aiutarti a garantire la giusta consistenza, la lievitazione e il sapore della tua ricetta ogni volta che la prepari.

In genere queste miscele di farina sono progettate per imitare la farina integrale. Pertanto, è probabile che sia necessario un agente lievitante per garantire che la tua miscela si comporti come una farina autolievitante.

Le miscele di farine già pronte sono sempre più disponibili nei principali negozi di alimentari, oppure, se ti senti sperimentale, puoi provare a prepararne una tua.

Consigliato per te: Quali sono i migliori sostituti del burro?

Riepilogo: L’utilizzo di una miscela di farine alternative preconfezionate o fatte in casa aiuta a garantire una maggiore consistenza nei tuoi tentativi di panificazione senza farina di grano.

Sommario

Esistono numerose opzioni per sostituire la farina di frumento autolievitante quando non ce l’hai a portata di mano, quando devi adattare una ricetta a un’allergia o quando vuoi semplicemente aumentare il contenuto nutrizionale della tua ricetta.

La maggior parte di questi sostituti richiede un agente lievitante per aiutare i prodotti da forno a lievitare correttamente.

Molte farine senza glutine sono meglio utilizzate con altre alternative per imitare la consistenza, la lievitazione e il sapore dei prodotti da forno a base di grano.

Mentre esplori queste diverse opzioni, ti consigliamo di sperimentare con curiosità e pazienza.

Se gli esperimenti di panificazione non sono il tuo forte, una miscela preconfezionata di farine alternative può essere la soluzione più semplice.

Condividi questo articolo: Facebook Pinterest WhatsApp Twitter / X Email
Condividi

Altri post che potrebbero piacerti

Le persone che stanno leggendo “Sostituti della farina autolievitante: 12 opzioni intelligenti”, adorano anche questi articoli:

Temi

Sfoglia tutti gli articoli